sabato 29 dicembre 2012

APERTO BANDO ASL REGIONE LOMBARDIA PER STRUMENTI TECNOLOGICI LG 23/99 ENTRO IL 15.03.2013

Volevamo avvisarvi che finalmente è stato aperto il bando della Regione Lombardia per l'acquisto di strumenti tecnologici per l'anno 2012.
Chi ha già usufruito può rifare le domande solo dopo 3 anni.
Dovete seguire tutta la procedura.
La documentazione devono essere presentate alla ASL territorialmente competente presso il Dipartimento ASSI – Servizio Disabili -, secondo le indicazioni fornite dagli stessi. 

 ASL.1.MI.IT 
DOCUMENTAZIONE DA SCARICARE

ASL PAVIA

PER AGGIUNGERE ALCUNI SOFTWARE A PAGAMENTO
VI INSERISCO LA LISTA CREATA DALL'ANASTASIS DEI LORO PRODOTTI.
LISTA ANASTASIS
RICORDO CHE ESISTONO ANCHE QUELLI DELLA ERICKSON.
ERICKSON- PRODOTTI VARI PER DSA

venerdì 21 dicembre 2012

AUGURI BUON NATALE

Vogliamo augurare a tutte le persone,
un sereno

giovedì 13 dicembre 2012

mercoledì 5 dicembre 2012

REGIONE LOMBARDIA BORSE DI STUDIO FONDAZIONE MACCIACHINI MONTI.


Borse di Studio Fondazione Macciachini Monti

Le borse di studio sono destinate anche a giovani studenti universitari residenti in Lombardia con dislessia severa
La Fondazione Mario e Maria Luisa Macciachini Monti bandisce per l’a.a. 2012/13 un concorso per 6 Borse di studio annuali dell’ammontare di Euro 8.300 ciascuna, non rinnovabili.
2 borse di studio sono destinate a studenti con dislessia severa, di età non superiore ai trenta anni, residenti in Lombardia, che si trovino in condizioni economiche disagevoli.

La domanda di ammissione al concorso redatta su carta libera, spedita in raccomandata con avviso di ricevimento, dovrà pervenire alla Fondazione Mario e Maria Luisa Macciachini Monti, Viale Lucania 26, 20159 Milano, entro il termine perentorio del 31 dicembre 2012. Della data di invio farà fede il timbro postale.
Scarica i documenti per le istruzioni complete e la documentazione necessaria:

SE LA SCUOLA IGNORA IL PDP 14.11.2012


Se la scuola ignora il Progetto Didattico Personalizzato

Superando.it - 14/11/2012 - Se ciò accade, come sancisce una recente Sentenza del TAR della Liguria, quella scuola dovrà annullare l’eventuale bocciatura e ripetere la propria valutazione, tenendo conto delle misure di tutela previste dalla normativa. E se questo vale per gli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento, lo stesso si può dire per quelli con disabilità, rispetto al Piano Educativo Individualizzato
Con la Sentenza n. 1178 del 20 settembre scorso, il Tribunale Amministrativo regionale (TAR) della Liguria ha annullato la Delibera del Consiglio di Classe di una scuola che aveva bocciato un alunno con certificazione di DSA (disturbi specifici dell’apprendimento).
La scuola, dunque, aveva provveduto – appena ricevuta la certificazione – a predisporre – come impone l’articolo 10 del Decreto del Presidente della Repubblica (DPR)122/09 sulla valutazione del profitto e la Legge 170/10 sui disturbi specifici di apprendimento – un apposito Progetto Didattico Personalizzato, con l’indicazione delle misure compensative e dispensative da adottare nei confronti dell’alunno. A fine anno, però, il profitto dell’alunno stesso era stato valutato negativamente ed egli non era quindi stato ammesso alla frequenza della classe successiva.

A quel punto la famiglia ha impugnato tale valutazione, per violazione delle norme sopracitate, e nel corso della causa successiva – dopo avere acquisito la documentazione relativa allo svolgimento dell’anno scolastico e delle valutazioni – il TAR ligure ha rilevato che i singoli docenti non avevano per nulla rispettato il Progetto Didattico Personalizzato, predisposto all’inizio dell’anno. Conseguentemente, il Tribunale ha annullato la bocciatura e ordinato al Consiglio di Classe di ripetere la valutazione, applicando le misure compensative e dispensative previste in precedenza.
QUI ARTICOLO COMPLETO

REGIONE LOMBARDIA: CERTIFICAZIONI DIAGNOSI DEL 21.11.2012


Nota della Regione Lombardia del 21 novembre 2012 sulla certificazione medica dei Disturbi Specifici di Apprendimento
In data 21 novembre 2012 e con riferimento alla nota del 5 luglio 2011 la Regione Lombardia ha emesso la nota sulla Certificazione dei Disturbi Specifici di Apprendimento.
Il testo cita:
"Prossimamente verranno fornite ulteriori indicazioni circa i soggetti autorizzati alla certificazione. Fino ad allora resteranno in vigore le attuali disposizioni che prevedono tra l'altro che la certificazione venga redatta e firmata da tre diversi professionisti (neuropsichiatra infantile, psicologo, logopedista) indifferentemente pubblici e/o privati."

QUI LA NOTA COMPLETA

lunedì 3 dicembre 2012

VIGEVANO A DICEMBRE “QUANDO LA DISLESSIA ENTRA IN CLASSE: SPUNTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA”,3 GIORNATE. IMPORTANTE 15 DICEMBRE APERTO A GENITORI E RAGAZZI DIMOSTRAZIONE STRUMENTI COMPENSATIVI

VI ALLEGO LA LOCANDINA DEL CONVEGNO CHE SI TERRA' A VIGEVANO PRESSO L'ISTITUTO CARAMUEL IN VARIE GIORNATE.
IL 15 DICEMBRE DALLE ORE 15,00 FINO LE ORE 18,00 SI POTRANNO VEDERE ED APPRENDERE TUTTI GLI STRUMENTI COMPENSATIVI UTILI AI RAGAZZI  E ALLE FAMIGLIE

Da far pervenire
all’ITIS ―G.CARAMUEL‖ Vigevano
via fax: 0381/345058  oppure
via mail: info@itiscaramuel.it
Verrà rilasciato un attestato di frequenza
La partecipazione è gratuita

L'INGRESSO E' GRATUITO.


venerdì 30 novembre 2012

PROVE INVALSI ISCRIZIONE PER MP3 E DOC ENTRO IL 7 DICEMBRE

Prove Invalsi (purtroppo valevoli come prova d'esame e valutate nella media del voto finale): in questo periodo le segreterie delle scuole devono inviare all'Invalsi la richiesta delle prove in mp3 o in file.doc. per i ragazzi dsa (anche se non fanno la terza media comunque). 
So che hanno un lasso di tempo per inviare le richieste (domani mi informo nella mia segreteria per la scadenza e vi dico), dopodiché se non è stato richiesto nulla non credo sia possibile chiederle dopo. 
Quindi se i vostri ragazzi necessitano delle prove in questi formati segnalatelo con i docenti, col referente dsa o con la segreteria della vostra scuola. Dovrebbe essere riportato anche sul pdp, controllate...
La raccomandazione che mi sento di fare é quella che se i ragazzi sono abituati ad usare il pc o l'ascolto con la sintesi vocale anche in classe é tutto ok; se durante le attività a scuola non usano, nè useranno questi strumenti diventerebbe con

troproducente farglieli usare solo per gli esami...andrebbero in panico e questo inficierebbe la loro prestazione (e figuriamoci se non saranno agitatissimi nel periodo degli esami).
In ogni caso hanno diritto a 30 minuti in più per ogni prova ed eventualmente, se non sono autonomi con la sintesi vocale, si può nominare un lettore che li affianchi.
Bisogna farlo scrivere nel pdp in modo che sia già nominato il prof. generalmente è il prof, musica oppure religione oppure ginnastica o tecnica. Durante l'anno deve essere svolta almeno una prova in questo modo. Se poi qualcuno usa fogli colorati è bene farlo inserire nel pdp. Durante l'esame il presidente della commissione firmerà e timbrerà prima dell'uso i fogli colorati in modo che ha valore.

venerdì 23 novembre 2012

AID MILANO: SERATA 27 NOVEMBRE 2012 IN VIA ULISSE DINI 2 MILANO CON DOTT.SA CONTI E DOTT. GIACOMO CUTRERA


Il Consiglio di Zona 5
in collaborazione con l’Associazione Italiana Dislessia
organizza un incontro informativo sui
Disturbi Specifici di Apprendimento
Martedì 27 novembre 2012 alle 20,30
presso lo ’Spazio del Sole e della Luna‘
via Ulisse Dini, 2 - Milano
Dislessia:
conoscerla e viverla
Intervengono
Dott.ssa Chiara Conti
NeuroPsichiatra
Formatore AID, Sezione di Milano
Dott. Giacomo Cutrera
Dislessico adulto, laureato in Ingegneria
Componente del Consiglio Direttivo Nazionale AID
Il Presidente del Consiglio di Zona Il Presidente della Commissione Educazione

Aldo Ugliano Luisa Maria Gerosa

lunedì 19 novembre 2012

COMUNICATO AID: SULLA REGISTRAZIONE DELLE LEZIONI

VI INSERISCO IL LINK DEL COMUNICATO AID PER IL DISCORSO SULLE REGISTRAZIONI DELLE LEZIONI.
http://www.aiditalia.org/upload/comunicato_stampa_registrazione_lezioni_per_dsa.pdf

domenica 18 novembre 2012

AID E FONDAZIONE TELECOM PROGETTO DIAGNOSI


È un progetto, ideato da Associazione Italiana Dislessia e interamento finanziato da
Fondazione Telecom Italia, all’interno di una collaborazione con AID iniziata nel 2009, che permette
di ampliare le risorse per la diagnosi per i disturbi specifici di apprendimento.
Sono stati creati o potenziati 8 centri diagnostici pubblici, altamente qualificati ed interamente
dedicati alla diagnosi dei DSA dove si potrà ottenere una valutazione in tempi rapidi.


PERCHÉ
Per l’età evolutiva
La legge 170/2010 prevede per i ragazzi con diagnosi di DSA provvedimenti didattici di
supporto e forme di valutazione adeguate, un diritto a cui si accede presentando un documento
diagnostico. In Italia la prevalenza dei DSA è del 3,5 %, ma in questo momento gli alunni in possesso
di una diagnosi di DSA sono solo lo 0,9%. Ciò significa che ben 2 casi su 3 sfuggono alla diagnosi.
Per questi ragazzi, oltre ad un percorso scolastico difficile e sofferto, esiste un elevato rischio di
andare incontro a problemi psicologici, abbandono scolastico e insuccesso sociale.


Per l’età adulta
La Dislessia è una caratteristica costituzionale e, come tale, permane in età adulta. Alcuni
soggetti compensano quasi del tutto le difficoltà che avevano da bambini, ma molti continuano ad
avere prestazioni nelle lettura e/o nella scrittura inferiori alla norma. Anche se non esiste ancora in
Italia (a differenza degli altri paesi) una legge che li tuteli in modo specifico, molti dislessici adulti
necessitano di ricevere una diagnosi per evitare che le loro difficoltà condizionino negativamente
il loro percorso formativo (università, corsi di qualificazione professionale, etc) o incidano sul
loro successo professionale.




DOVE SI SVOLGE In 7 città (Torino, Milano, Varese, Trieste, Reggio Emilia, Roma, Messina)
presso 8 centri per l’età evolutiva e/o l’età adulta.
QUANDO Il progetto, con inizio a settembre 2012, dura un anno. I centri coinvolti effettuano
le valutazioni diagnostiche secondo le indicazioni delle Consensus Conferences sui DSA, in modo da
consentire l’accesso ai provvedimenti di supporto in base alla legge 170/2010.
COME SI ACCEDE È possibile accedere prendendo contatto direttamente con ogni centro
diagnostico. L’Help Line nazionale dell’AID fornirà informazioni e contatti per rivolgersi al centro
più vicino.
Help Line AID
telefono 051243358 — LUN e MER dalle 10:00 alle 15:00 — MAR e GIO dalle 10:00 alle 13:00
help-line@dislessia.it
PROGETTO DIAGNOSI non sostituiscono l’attività diagnostica che
normalmente si svolge nelle aziende sanitarie, nei servizi di neuropsichiatria infantile e in altre
strutture del servizio sanitario nazionale.
Grazie al finanziamento di Fondazione Telecom Italia è stato possibile potenziare le risorse già
esistenti per colmare il ritardo diagnostico del nostro Paese, messo in evidenza dalla legge 170 che
richiede di eseguire molte nuove diagnosi o aggiornare quelle esistenti.


Messina (età adulta ed età evolutiva)
Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico 
“G. Martino” - Università di Messina Unità di 
Neuropsichiatria Infantile
Referente
Antonella Gagliano - tel: 090 2213146
e-mail: diagnosidislessia@gmail.com

Milano (età adulta)
Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda
Laboratorio di Neuropsicologia Cognitiva
Referente
Gabriella Bottini - tel: 02 64442126 - 349 7061673
e-mail: dislessia.niguarda@gmail.com

Reggio Emilia (età adulta) centro coordinatore
IRCCS Arcispedale S.Maria Nuova, Unità di 
Neurologia
Referente
Enrico Ghidoni - tel: 0522 296031
e-mail: ghidoni.enrico@asmn.re.it

Roma 1 (età adulta)
IRCCS San Raffaele Pisana
Referente
Giacomo Stella - tel: 345 7056804
          giacomo.stella@unimore.it

Roma 2 (età evolutiva) centro coordinatore
Università La Sapienza di Roma - Policlinico 
Umberto I
Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria 
Infantile- UOC NPI B.
Referente
Roberta Penge - tel: 06 44712254 - 06 44712278
e-mail: roberta.penge@uniroma1.it

Torino (età adulta ed età evolutiva)
Azienda Sanitaria Locale Torino 3 – Struttura 
Complessa di Psicologia. 
Referente
e-mail: bmantovani@psicologiaaslto3.it

Trieste (età evolutiva)
IRCCS materno-infantile BurloGarofolo 
 S.C.O. di Neuropsichiatria 
Pediatrica, 
Referente
Isabella Lonciari - tel: 040 3785302 (h 11-13)
e-mail: dislessiatrieste@burlo.trieste.it

Varese (età adulta ed età evolutiva) 
centro coordinatore 
Università dell’Insubria – UOC di Neuropsichiatria 
infantile
Referente
Cristiano Termine - tel. 0332 299410 o 299411
e mail: dislessiavarese@gmail.com

Centri coinvolti nel PROGETTO DIAGNOSI
Help Line AID
telefono 051243358 — LUN e MER dalle 10:00 alle 15:00 — MAR e GIO dalle 10:00 alle 13:00
help-line@dislessia.it
Barbara Mantovani – tel: 011 9551822
e-mail: f.norveti@gmail.com
           lonciari@burlo.trieste.it
           antonella.gagliano@unime.it


IL RUOLO DEL REFERENTE 03 OTTOBRE 2012 AID E ARIPA

VI INSERISCO IL LINK DELL'AID E ARIPA IL RUOLO DEL REFERENTE DSA
http://www.aiditalia.org/upload/aid_airipa_referente_dsa_03_10_12.pdf

DIAGNOSI ACCORDO STATO E REGIONE LOMBARDIA


15 novembre 2012
Comunicato dell'Associazione Agiad
" LA NORMATIVA DELLA REGIONE LOMBARDIA IN MATERIA DI DIAGNOSI DI DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO"
A cura di Dot.sa Elisa Spada, membro del Comitato Scientifico AGIAD

A chiarimento della normativa vigente in Regione Lombardia, in materia di diagnosi di disturbi specifici dell’apprendimento, trasmettiamo un documento riepilogativo che mette in evidenza I punti salienti e i criteri sino ad ora stabiliti a livello Nazionale e poi regionale, ai quali devono rispondere le diagnosi di disturbi specifici dell’apprendimento.


  •  La Legge Nazionale n° 170 / 2010 ha riconosciuto dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia quali Disturbi Specifici dell’Apprendimento, definendone con precisione caratteristiche, modalità e ambiti di intervento della scuola e dei professionisti e strutture specialistiche sanitarie.
In particolare, in tema di diagnosi, il testo di legge così riporta:
<<La diagnosi dei DSA e' effettuata nell'ambito dei trattamenti specialistici gia' assicurati dal Servizio Sanitario Nazionale a legislazione vigente ed e' comunicata dalla famiglia alla scuola di appartenenza dello studente.
Le regioni nel cui territorio non sia possibile effettuare la diagnosi nell'ambito dei trattamenti specialistici erogati dal Servizio sanitario nazionale possono prevedere, nei limiti delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, che la medesima diagnosi sia effettuata da specialisti o strutture accreditate.>>

  • Successivamente, il documento di accordo Stato – Regioni del 25 Luglio 2012 ha specificato quanto segue:
Art. 1 comma 1<<[…] convengono e raccomandano che la diagnosi di DSA debba essere tempestiva e che il percorso diagnostico debba essere attivato solo dopo la messa in atto da parte della scuola degli interventi educativo-didattici previsti dall’articolo 3 comma 2 della legge 170/ 2010 e in esito alle procedure di riconoscimento precoce, di cui al comma 3 del medesimo articolo 3.>>

Art 1 comma 4<<Nel caso in cui i servizi pubblici o accreditati dal Servizio Sanitario Nazionale non siano in grado di garantire il rilascio delle certificazioni in tempi utili per l’attivazione delle misure didattiche e delle modalità di valutazione previste, e comunque, quando il tempo richiesto per il completamento dell’iter diagnostico superi i sei mesi, con riferimento agli alunni del primo ciclo di istruzione, le Regioni, per garantire la necessaria tempestività, possono prevedere percorsi specifici per l’accreditamento di ulteriori soggetti privati ai fini dell’applicazione dell’articolo 3 comma 1 della legge170/2010, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.>>

  •  In tal senso, la Regione Lombardia, con la nota del 05 Luglio 2011 precisa che, in ambito regionale:
<<si precisa che la diagnosi di DSA può essere effettuata:
-dalle UONPIA delle strutture pubbliche e private accreditate
-in alternativa da operatori di altre strutture specialistiche che abbiano in carico gli utenti>>
In particolare, la nota precisa che in entrambi i casi, per la diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento sono necessari:
<<- i="i">la presenza di una equipe multiprofessionale con competenze specifiche, che includa il neuropsichiatra infantile, lo psicologo e il terapista del linguaggio
-l’utilizzo per la valutazione della testistica validata e standardizzata indicata dalla Consensus Conference, esplorando le necessarie competenze cognitive, psicologiche, neurologiche, sensoriali e neurospicologiche>>

La nota regionale apre di fatto alla diagnosi privata effettuata da una equipe multidisciplinare che segua le linee guida emanate dalla Consensus Conference. Tale indicazione è rivolta anche alle Strutture sanitarie e accreditate.
A seguito dell’emanazione della nota regionale, Regione Lombardia ha fornito maggiori specificazioni rispetto a quanto disposto.

  •  Nella giornata di studio promossa il 07 Ottobre 2011 da AIRIPA- Lombardia è stato specificato che:
-  Le diagnosi rilasciate da strutture private sono riconosciute egualmente valide rispetto a quelle di servizi pubblici, e non è dunque necessaria alcuna procedura di verifica da parte delle UONPIA su diagnosi di privati. Saranno invece previsti controlli a campione , per verificarne la conformità rispetto alle indicazioni della Consensus Conference
-  La necessità della partecipazione delle tre figure professionali al momento diagnostico non è assoluta e va meglio definita nelle condizioni e nelle modalità.

  •  Successivamente, Regione Lombardia ha indetto un GAT Gruppo di Approfondimento Tecnico sulle diagnosi di DSA, a cui hanno partecipato anche SINPIA, OPL, AIRIPA e l’Ufficio Scolastico Regionale.
Le conclusioni del Gruppo di Approfondimento Tecnico, di cui si aspetta ancora documento finale, rimandano alla necessità di un approccio multidisciplinare all’iter diagnostico dei D.S.A. ma alla non obbligatorietà delle firme dei tre professionisti.
Il soggetto dell’atto diagnostico non sarà il professionista singolo ma una Comunità Professionale (L’Equipe) multidisciplinare, composta cioè da più figure professionali. La firma sulla certificazione potrà essere messa da un solo rappresentate dell’Equipe (neuropsichiatra o psicologo).
L’Equipe potrà essere privata; Regione e ASL procederanno alla definizione di criteri di accreditamento.


Conclusioni:

In attesa del documento finale, tutte le Scuole sono tenute ad accettare le diagnosi anche da UONPIA delle strutture pubbliche e private accreditate e in alternativa da operatori di altre strutture specialistiche che abbiano in carico gli utenti, purche’ vi sia la presenza di una equipe multiprofessionale con competenze specifiche, che includa il neuropsichiatra infantile, lo psicologo e il terapista del linguaggio.

NB: Tale regolamentazione riguarda le nuove diagnosi di disturbi specifici dell’apprendimento, ricordiamo che la circolare con validita’ nazionale n.3573 del 26 maggio 2011, con oggetto: “Diagnosi alunni con DSA precedente all’entrata in vigore della Legge 8 ottobre 2010 n.170”da indicazioni circa l'accettazione da parte delle scuole di diagnosi emesse prima dell'entrata in vigore della legge da strutture private, accreditate o professionisti, anche in assenza delle tre firme stabilite successivamente.

La diagnosi, secondo il recente Accordo Stato-Regioni, deve essere aggiornata dal passaggio da un ciclo scolastico all’altro e comunque di norma non prima di tre anni dal precedente e ogni qualvolta sia necessario modificare l’applicazione degli strumenti didattici e valutativi necessari su segnalazione della Scuola alla famiglia o su iniziativa della famiglia.

Per informazioni a riguardo: comitatoscientifico@agiad.it

venerdì 16 novembre 2012

OPEN DAY MILANO DEL 10.11.12 ARTICOLO CORRIERE DELLA SERA


Corriere della Sera del 10-11-2012

Ansia da pre-iscrizione, norme, diagnosi «Ci sarà uno stand per ogni problema» 

MILANO. La dislessia fa il tutto esaurito. È successo l'anno scorso all'open day per famiglie dell'Associazione Italiana Dislessia ed è probabile succederà ancora domani per la nuova giornata aperta che si tiene in via Ettore Bugatti dalle 10.30 alle 16 (
www.aidlombardia.it).
La presidente Laura Sanvito anticipa che ci vorrà pazienza, ma tutti avranno una risposta. «Alla scorsa edizione abbiamo dovuto improvvisare l'ingresso con i numeri, come ai supermercati». E aggiunge: «Ce la mettiamo tutta e cercheremo di soddisfare ogni richiesta, ma voglio ricordare che è possibile incontrare gli specialisti, dietro appuntamento e sempre gratuitamente, anche durante l'anno». La onlus nata dai genitori Cosa c'è dietro questo affollamento domenicale? Inutile girarci intorno: i disturbi specifici dell'apprendimento, dislessia, disortografia (incapacità di scrivere correttamente le parole), disgrafia (difficoltà a riprodurre segni alfabetici e numerici) e discalculia (disturbo delle abilità numeriche e aritmetiche) spaventano ancora molto. Sembrano «socialmente accettati», ma poi nella quotidianità madri e padri hanno a che fare con grandi difficoltà, e arriva l'ansia. Basta un esercizio di matematica ancora irrisolto dopo un paio di ore o una paginetta di storia che proprio non entra in testa. La paura di mamme e papà riguarda il futuro, perché nonostante la normativa (la legge è uscita due anni fa e ci sono trenta pagine di linee guida per gli insegnanti) non tutte le scuole sono davvero pronte ad accogliere bambini e ragazzi dislessici. L'Associazione Italiana Dislessia è una onlus creata da genitori con figli dislessici. E questa è la sua forza: fra pari c'è una comunicazione franca e diretta, senza disagio. Ed è la forza di questa giornata, dove non viene tralasciato niente. «Organizziamo l'open day come una fiera», racconta ancora la presidente, «con tanti piccoli stand per ogni tematica. A ogni sportello c'è un esperto che ascolta, consiglia, indirizza». Gli stand novità Ci sono stand più tradizionali, come quello dedicato alla diagnosi (al mattino sarà presente il neuropsicologo Enrico Profumo), pensato sia per chi ha solo un sospetto che per chi ha già un certificato in mano ma cerca chiarimenti, o quello della logopedia (dove farla, se farla anche in attesa di diagnosi, con che frequenza, le alternative per i ragazzi più grandi). E stand-novità, come lo spazio Università, affidato a studenti dislessici che raccontano le loro esperienze e sottolineano i servizi che gli atenei iniziano a offrire. Poi ci sono stand più tecnici, ad esempio uno dedicato all'informatica. «Il computer è il grande amico dello studente dislessico e ha una doppia potenzialità: strumento compensativo ma anche didattico», spiega Davide Ferrazzi, formatore in tecnologia didattica e inclusiva. Che precisa: «Sono bombardato da quesiti tecnici da parte delle famiglie, ma capitano sempre anche domande personali. Il figlio che non vuole usare il pc in classe per non sentirsi diverso, il bambino che l'ha avuto sul banco per i tre anni delle medie e al passaggio alle superiori ha trovato ostilità...». Costruire l'autonomia «Bisogna imparare a leggere il non detto», conferma Rosi Montani, docente e counselor, impegnata allo sportello scuole secondarie (medie e superiori). «Questo è il periodo delle iscrizioni, drammatico per molte famiglie. Noi abbiamo una sorta di database creato negli anni con i racconti dei genitori. Consigliamo come scegliere un liceo a seconda di interessi e tipo di diagnosi e suggeriamo le scuole più attente e sensibili, dove gli insegnanti hanno seguito corsi di formazione». «La domanda che ricevo più di frequente riguarda le abilità strumentali. L'obiettivo è arrivare, nel tempo, all'autonomia nello studio», conclude Lorenzo Calligaris, pedagogista che segue lo stand elementari. «Ma al di là delle singole risposte, l'open day crea una rete per i genitori e apre collaborazioni che diventano punto di riferimento importante nei momenti di difficoltà». Non è la fila che fa paura. 

di Marta Ghezzi

giovedì 8 novembre 2012

PER TUTTI I DOCENTI E' APERTO IL SITO INDIRE DISLESSIA PUNTOEDU DISLESSIA

Volevamo avvisarVi che l'Indire ha aperto una sezione per docenti e referenti che possono accedere a PUNTOEDU DISLESSIA.

L'offerta formativa dell'ambiente di apprendimento Puntoedu Dislessia 2010 è sullo SCREENING PER LA DISLESSIA NEI VARI ORDINI DI SCUOLA per Insegnanti Referenti. L'offerta è diretta agli Insegnanti Referenti sulla Dislessia, ed è volta allo sviluppo delle competenze necessarie per organizzare formazione per i colleghi e/o effettuare ed organizzare screening efficaci nei vari ordini di scuola.
http://for.indire.it/dislessia/

Qui la procedura per l'iscrizione

http://for.indire.it/dislessia/auth/index.php?action=asklogisc&go=iscrizioni/



martedì 30 ottobre 2012

INVALSI 2012-2013. ECCO ALCUNE NOVITA' LE SCUOLE POSSONO ISCRIVERSI DAL 12.11.2012 ORE 15,00


Il Commissario Straordinario INVALSI ha inviato ai Dirigenti Scolastici la tradizionale lettera di avvio delle attività di rilevazione degli apprendimenti per l'a. s. 2012/2013.
Sono previste alcune novità, a partire dalla possibilità di effettuare un confronto diacronico con il passato, che consentirà di raffrontare direttamente gli esiti della V primaria con quelli rilevati nell'anno scolastico 2011/12.
Altra novità rilevamente riguarda l'invio delle prove corrette. Per quest'anno, prendendo a modello la sperimentazione degli esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione, l'invio dei risultati aveva esclusivamente per via elettronica, adoperando un'apposita maschera di caricamento degli stessi. Per le classi campione tale operazione avverrà a cura degli osservatori esterni presenti alle prove. Ciò consentirà all'Invalsi di accelerare le operazioni di restituzione dei risultati.
Per verificare la correttezza delle modalità di correzione delle prove e dell'invio dei dati, saranno attivati anche controlli ex post, sempre su base campionaria. Di conseguenza le scuole dovranno conservare la documentazione cartacea per almeno 12 mesi successivi alla conduzione delle prove di individuazione delle scuole soggette a controlli avverrà attraverso metodi statistici in grado di individuare la presenza di eventuali anomalie.
L’iscrizione al SNV 2013 e alla Prova Nazionale 2013 sarà possibile a partire dalle ore 15.00 del 12.11.2012: oltre alle classi coinvolte nel SNV2013 (II e V primaria, I secondaria di primo grado e II secondaria di secondo grado), andranno iscritte anche le classi terze della scuola secondaria di primo grado.

AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI INGLESE COME INSEGNARE AI RAGAZZI DSA DI SCUOLA SECONDARIA 1° E 2° GRADO MILANO 22.11.2012


CORSO PER INSEGNANTI DI INGLESE PER SCUOLA PRIMARIA MILANO IL 22. NOVEMBRE 2012


sabato 29 settembre 2012

VIDEO INCONTRO AL CORRIERE DELLA SERA L'ALTRO GIORNO "SIAMO TUTTI DISLESSICI"

CIAO
VI INSERISCO QUI IL VIDEO DELL'INCONTRO FATTO AL CORRIERE DELLA SERA
SULLA DISLESSIA.

http://video.corriere.it/siamo-tutti-dislessici/4cbea728-087f-11e2-b109-0c446f94a4e2

sabato 22 settembre 2012

REGIONE LOMBARDIA: DIAGNOSI

Diagnosi DSA: Riceviamo importanti aggiornamenti sulle diagnosi di Dsa della Regione Lombardia Una svolta inattesa da parte di Regione Lombardia è stata annunciata alla riunione del Gruppo di Approfondimento Tecnico sulla diagnosi DSA di lunedì 17 settembre. Il dottor Luca Merlino della Direzione Generale Sanità ha comunicato che Regione Lombardia intende avviare una procedura di accreditamento volta a creare un elenco di strutture e professionisti autorizzati a svolgere diagnosi di DSA valide ai fini della certificazione da presentare alla scuola ai sensi della L.170/10. Un'importantissima revisione delle precedenti posizioni regionali, che apporta evidenti vantaggi per i cittadini e per gli psicologi. Primi fra tutti: la possibilità di accreditamento anche per i singoli liberi professionisti che dichiarino di svolgere diagnosi in collaborazione con neuropsichiatra e logopedista, non necessariamente nella stessa struttura o nel medesimo studio; l'obbligo di firma della certificazione da parte di un solo professionista, psicologo o neuropsichiatra, responsabile del caso. Scompare quindi l'obbligo delle tre firme, che avrebbe reso la certificazione di DSA estremamente onerosa in termini di tempi e costi per le famiglie, rischiando di patologizzare i bambini e i ragazzi che soffrono di DSA e di ledere l'autonomia professionale dei professionisti coinvolti. Si apre invece la possibilità per gli psicologi di continuare a operare nel campo dei DSA con professionalità, garantendo la multidisciplinarietà, ma senza appesantire inutilmente l'intervento professionale, e offrendo ai cittadini un percorso più rapido e sostenibile. Sottolineiamo inoltre che per la prima volta gli psicologi liberi professionisti accedono a una forma di accreditamento da parte di Regione Lombardia, seppure in collaborazione con altri professionisti, e senza la previsione di una partecipazione alla spesa da parte del Sistema Sanitario Regionale. La posizione attuale di Regione Lombardia è in linea con quanto richiesto con forza e costanza da OPL attraverso il lavoro nel Gruppo di Approfondimento Tecnico regionale, le prese di posizione pubbliche all'interno della comunità professionale e tramite i media, le comunicazioni istituzionali con Regione Lombardia. Regione Lombardia si è impegnata a proporre al Gruppo di Approfondimento Tecnico   i requisiti per l'accreditamento delle strutture e dei professionisti entro la fine del mese di ottobre. Carlotta Longhi – Rappresentante OPL nel GAT Regionale sui Dsa   Maggiori dettagli verranno pubblicati sul sito Agiad nei prossimi giorni. 

venerdì 13 luglio 2012

LIBROAID APERTO: REGISTRAZIONE E PASSI DA FARE

LIBROAID APERTO.

ECCO COSA DOVETE FARE.

PRIMA DI TUTTO REGISTRAZIONE LE PASSWORD E UTENTI (QUELLE DELL'ANNO SCORSO NON VALGONO INOLTRE LE SCUOLE NON POSSONO FARE RICHIESTA MA SOLO I GENITORI DI RAGAZZI MINORENNI E STUDENTI MAGGIORENNI)
SE SIETE STUDENTI MAGGIORENNI DOVETE FARE GLI STESSI PASSI CHE SONO SEGNALATI QUI.

PERCIO'
1) ENTRARE NEL SITO http://www.aiditalia.org/

2) IN ALTO A SINISTRA DEL SITO TROVATE DIVENTA SOCIO OPPURE ISCRIVI AI SERVIZI GRATIS.
IL LINK E' QUESTO https://www.applicazioneaid.com/subscriptions/index.php (TROVATE A FOTO NEL POST INSERITO IERI)
SE SIETE NUOVI SOCI E VOLETE PAGARE LA QUOTA DEI 40 EURO ANNUALI CLICCATE IN FONDO SU SOCI NEL RIQUADRO ARANCIONE (PER I SOCI CHE HANNO GIA' PAGATO IN FONDO TROVATE COSA DOVETE FARE, POI LA PROCEDURA E' INDICATA CON I VARI PUNTI)
SE VOLETE SOLO I SERVIZI GRATUITI SU SULLA DESTRA C'E' UNA PARTE AZZURRA.

PER SOCI CHE HANNO GIA' PAGATO QUOTA ANNO 2012 ED E' DA UN PO' CHE NON ENTRANO NEL SITO http://www.aiditalia.org SEZIONE Area Riservata a Soci mandate una mail a soci@dislessia.it CHIEDETE PASSWORD E UTENTE E POI entrate di nuovo nel sito AIDITALIA.ORG Sezione Area Riservata a Soci e controllate ANAGRAFE che sia tutto ok.
CONTINUATE CON I SEGUENTI PUNTI.


3) COMPILATE IL MODULO CHE APPARE ON LINE .

4) ALLA FINE AVRETE UTENTE E PASSWORD

5) TORNATE NEL SITO http://www.aiditalia.org/

6) SUL SITO A SINISTRA SOTTO IL RIQUADRO
DIVENTA SOCIO OPPURE ISCRIVITI AI SERVIZI GRATIS
C'E' UN RIQUADRO RINNOVO SOCI.
SOTTO ANCORA ESISTE Area Riservata Soci (Scritta proprio così in piccolo) ENTRATE .

7) METTETE UTENTE E PASSWORD

8) VI COMPARE ANAGRAFE CONTROLLATE CHE CI SIANO TUTTI I CAMPI APPOSTO.

9) UNA VOLTA CONFERMATO E SISTEMATO USCITE

10) ENTRATE NEL SITO http://www.libroaid.it/
PRIMA DI INIZIARE SULLA DESTRA TROVATE:
- REGISTRAZIONE
- PRENOTAZIONE TESTI
- LIBRIAID PRIMI PASSI
- DOMANDE FREQUENTI
- REGOLAMENTO
- CONTATTACI
LEGGETE E APRITE OGNI SEZIONE MENO CONTATTACI DOPO RIAPRITE IL BLOG E CONTINUATE CON LE SPIEGAZIONI QUI SOTTO

11) SULLA SINISTRA TROVATE UN RIQUADRO VERDE CON
HOME
CHI SIAMO
EDITORI CONVENZIONATI
NOTIZIE
CATALOGO LIBRI DIGITALI SCOLASTICI
CATALOGO AUDIOLIBRI
IL NUOVO FINANZIAMENTO FTI 2012-2013
TRACCIAMENTO ORDINE

SOTTO IN ARANCIONE C'E'
RICERVA LIBRI DIGITALI
-TITOLO
-ISBN
-AUTORE
-EDITORE


CERCA SOTTO ANCORA
ACCESSO AL SISTEMA E' QUI CHE DOVETE INSERIRE PRIMA DI CERCARE I LIBRI
UTENTE
PASSWORD
UNA VOLTA INSERITE CLICCATE SU EFFETTUA ACCESSO

ORA COMPARE NELLO STESSO SPAZIO DIVENTANDO UN RIQUADRO ARANCIONE LE SEGUENTI COSE:
Bentornato/a (Vostro nome e cognome) sotto trovate
Il tuo profilo
I tuoi ordini
Lista dei desideri
Termina sessione

A QUESTO PUNTO ANDATE SOPRA NEL RIQUADRO BIANCO
Ricerca libri digitali
Inserite uno alla volta il codice isbn di fianco
vi compare il libro se è disponibile caricate nel carrello.

ALCUNI LIBRI TROVATE SPEDIZIONE CLICCATE PERCHE' VERRANNO SPEDITI CON UN CD SIGNIFICA CHE NON SI PUO' FARE IL DOWNLOAD.

ALTRI AVETE LA SCELTA DOWNLOAD O SPEDIZIONE CLICCATE SU DOWNLOAD. (CONTINUATE A INSERIRE ALTRI LIBRI NON VI FA FARE SUBITO IL DOWNLOAD)

Se un libro c'e' ma compare la scritta
Lista dei Desideri mettente li (sono libri con già inseriti i codice isbn ma da richiedere all'editore.

Se invece non c'e' proprio c'e' la scritta richiedi.
Inserite a mano
Titolo
ISBN
Autore
Editore
Mail (la vostra mail)
Cliccate su TICKET

ATTENZIONE I ticket sono per i libri che non sono presenti nell' archivio LIBROAID,
nemmeno in stato da richiedere.
Inoltreremo la richiesta e se verranno aggiunti
sarà informata tramite e-mail e dovrete sempre controllarli e ordinarli qual'ora
disponibili.

TERMINATO TUTTO TROVERETE CONFERMA CARELLO
CLICCATE VI COMPARE UNA MASCHERA
CON I DATI DI VOSTRO FIGLIO
SOTTO TROVATE UNA MASCHERA DA COMPILARE CON SCRITTO Shipping
NOME (METTETE IL VOSTRO) COGNOME (METTETE IL VOSTRO)
INDIRIZZO (METTETE IL VOSTRO)
CELL
LA VOSTRA MAIL
CONFERMATE UNA VOLTA CONFERMATO SEGNALERA'
ORDINE FATTO
ANDATE NELL'ACCESSO
SISTEMA I TUOI ORDINI
VEDRETE TUTTI I LIBRI ORDINATI CON IN FONDO IL NUMERO ORDINE
INOLTRE VI ARRIVERA' NELLA VOSTRA POSTA ELETTRONICA NELLO STESSO MOMENTOL'ORDINE CON LA LISTA DEI LIBRI ORDINATI (DEI LIBRI CHE HANNO GIA' IN CASA)
SE QUALCHE LIBRO AVEVA IL DOWONLOAD TROVATE LA STRINGA DA CLICCARE E SALVARE SUL PC
(VI SCARICA DIRETTAMENTE IL LIBRO SUL PC)
IN FONDO ALL'ORDINE TROVATE IL NUMERO D'ORDINE PER I LIBRI CHE AVETE INSERITO

NELLA LISTA DESIDERI
ENTRATE
ACCESSO AL SISTEMA
E VEDETE SE CI SONO
OGNI TANTO ENTRATE NEL SITO ANDATE
RICERCA LIBRI DIGITALI E CLICCATE IL CODICE DEL LIBRO DELLA LISTA DESIDERI QUANDO VERRANNO CARICATE
CLICCATE E EMETTETE NEL CARRELLO ED EFFETTUATE UN NUOVO ORDINE

PER I LIBRI CON TICKET
DOVREBBE ARRIVARE VIA MAIL LA CONFERMA QUANDO RICHIEDERANNO ALL'EDITORE CON IL NUMERO DI TICKET.

ATTENZIONE
PER CHI INVECE E' SOCIO ED HA GIA' PAGATO LA QUOTA 40 EURO.
DOVRESTE AVERE COME UTENTE IL NUMERO DELLA TESSERA AID.
PER LA PASSWORD SE NON L'AVETE RICHIEDETELA VIA MAIL A: soci@dislessia.
UNA VOLTA OTTENUTA DOVETE FARE LA PROCEDURA DAL N. 6 IN POI.

PROBLEMI:

1) NON RICEVETE MAIL. CONTROLLATA ANCHE NELLA POSTA SPAM
2) AVETE RICHIESTO SERVIZI GRATUTI MA E' ARRIVATA MAIL DOVE DICE CHE HANNO REGISTRATO LA MAIL E CHE ASPETTANO IL CONTRIBUTO PER MANDARVI UTENTE E PASSWORD. RISPONDETE DIRETTAMENTE DA QUELLA MAIL DICENDO CHE AVEVATE RICHIESTO I LIBRI DIGITALI GRATUITI E NON ESSERE SOCI. VI INVIERANNO IL PRIMA POSSIBILE MAIL CON UTENTE E PASSWORD.
QUANDO POI ENTRATE NEL LIBROAID CON UTENTE E PASSWORD CONTROLLATE PRIMA IL VOSTRO PROFILO SICURAMENTE DOVRETE AGGIORNARE I DATI DEI RAGAZZI.

3) SE NON RIUSCITE A CARICARE DOPO AVER FATTO TUTTA LA PROCEDURA INVIATE NEI CONTATTI AL LIBROAID UNA MAIL CON I PROBLEMI CHE AVETE.

4) SE INVECE A INSERIRE UTENTE E PASSWORD E FARE ACCESSO E VEDETE
Il tuo profilo (entrate e controllate che ci siano i dati aggiornati anche dei vostri ragazzi)


5) SE SIETE SOCI DOPO AVER FATTO TUTTO SE NON VI COMPARE
Il tuo profilo
I tuoi ordini
Lista dei desideri
Termina sessione

RIPROVATE AD RIENTRARE NEL SITO http://www.aidtialia.org
AL PUNTO 6 CONTROLLATE E CONFERMATE
POI ANDATE SUL SITO http://www.libroaid.it E FATTE I PUNTI DAL 7.

6) SE NON COMPARE ANCORA ALLORA INVIATE UNA MAIL AL LIBROAID.
SPERO CHE ORA SIA TUTTO CHIARO.
Buona giornata
Anna

giovedì 12 luglio 2012

LIBROAID APERTO E FUNZIONA

LIBROAID E' APERTO.


Solo per i soci che hanno già fatto il rinnovo all'inizio dell'anno inviare mail se non avete la password a soci@dislessia.it.

Non siete soci se non avete pagato 40 euro annuali.

Alcuni confondono la registrazione al libroaid dell'anno scorso e pensano di essere soci.
Sono due cose diverse.
Per chi vuole i libridigitali e non vuole essere socio si deve compilare un modulo on line

PER CHI VUOLE ESSERE SOCIO E NON HA ANCORA AVUTO TEMPO DI PAGARE I 40 EURO ANNUALI E VUOLE CAPIRE I SERVIZI CHE AID OFFRE
PUO' CLICCARE NEL SITO QUI VEDERE I VANTAGGI
POI ANDARE IN FONDO E CLICCARE IN MODO DA FARE IL PAGAMENTO E COMPILARE I SUOI DATI. PRESTO VI ARRIVA LA PASSWORD E UTENTE ED ENTRARE NEL LIBROAID A ORDINARE I LIBRI
https://www.applicazioneaid.com/subscriptions/index.php

PER CHI NON VUOLE ESSERE SOCIO IL MODULO ON LINE E' QUI PARTE DESTRA IN FONDO AL LINK
https://www.applicazioneaid.com/subscriptions/index.php

Una volta fatto potete entrare nel LIBROAID e caricare i libri.
Leggete prima nel sito http://www.libroaid.it le domande frequenti

martedì 10 luglio 2012

LIBROAID APRE IN SETTIMANA ALCUNE NOVITA'

AGGIUNGO RISPOSTA DI OGGI.
Gentile Genitore, nel corso di questi anni, grazie al prezioso contributo della Fondazione Telecom Italia, il servizio LibroAID è stato accessibile in maniera del tutto gratuita per coloro che ci hanno fatto richiesta dei testi scolastici in formato digitale. Anche quest’anno il servizio sarà erogato a tutti gratuitamente: grazie a un nuovo finanziamento di FTI.
Dall'anno scolastico 2012/2013, le procedure di accesso subiranno alcune modifiche, con l’intento – che sempre contraddistingue l’operato dell’Associazione - di porre al centro della nostra attenzione le famiglie e le persone, ovvero i diretti destinatari del servizio stesso.
Infatti, l’accesso al servizio di richiesta e fornitura dei testi digitali sarà possibile ai soli genitori o tutori di alunni minorenni (così come agli utenti maggiorenni) in possesso di una diagnosi di DSA, che abbiano acquistato il testo in formato cartaceo.
Il servizio, dedicato alle famiglie di minori con Disturbi Specifici dell’Apprendimento ed ai dislessici adulti, sarà inoltre affiancato dal valido supporto delle scuole, che - non avendo più il compito di richiedere i libri digitali per conto dei propri alunni e studenti – rappresenteranno, insieme alle Sezioni locali dell’Associazione, un punto di riferimento diretto sul territorio per coloro che potrebbero necessitare di un sostegno nell’uso del servizio informatizzato.

Le ricordiamo che il servizio riaprirà alla fine della settimana e lei potrà accedere usando le credenziali (nome utente e password) che usava per accedere all’area riservata di AIDITALIA.ORG

Inoltre, nell’ottica di continuo miglioramento perseguito dall’AID per l’erogazione dei propri servizi, LibroAID – già dal prossimo anno scolastico – attiverà il sistema di download dei libri: con questo nuovo progetto, che vedrà prossimamente la sua concreta realizzazione, i diretti interessati saranno in grado di scaricare direttamente da casa i testi in formato digitale, semplicemente accedendo dal proprio personal computer al sito www.libroaid.it , e seguendo la procedura guidata.
Il sistema di protezione SOCIAL DRM attivato su questi prodotti editoriali digitalizzati, impedendo la copia illegale del testo in PDF, consente al fruitore del servizio l’applicazione dei software compensativi normalmente utilizzati dagli studenti dislessici (sintetizzatori vocali, programmi per la creazione di mappe concettuali, etc. etc.), software diversamente non applicabili ai normali libri digitali in vendita online.
Oltre ai testi scolastici, sarà possibile, per tutti gli iscritti, scaricare gratuitamente dal nostro sito www.libroaid.it oltre 300 audiolibri di narrativa. Tutto questo è stato reso possibile grazie alla sensibilità delle case editrici De Agostini Scuola, Oxford University Press, Zanichelli, Tredieci, Bulgarini, Itaca, Edizioni Dehoniane, che hanno aderito al nuovo progetto per l’implementazione del sistema di download dei testi digitali, e di Fondazione Telecom Italia che finanzia il progetto per il prossimo anno scolastico per 221.500 euro. Siamo certi che l’utilizzo di questo innovativo servizio pensato per le persone con DSA incontrerà il favore proprio di coloro per i quali è stato concepito: lo snellimento delle procedure e la riduzione dei tempi di attesa per la consegna dei testi; la sinergia degli editori che hanno creduto con noi al progetto ed hanno compiuto questo importante passo con LibroAID, rappresentano quella semplificazione utile e necessaria che da tempo sentivamo di dover offrire a Voi tutti. Siamo altrettanto certi che Lei non mancherà di sfruttare al meglio questa straordinaria opportunità offertaLe come Genitore, permettendoci di ottenere quei riconoscimenti a supporto del progresso dei nostri servizi – che auspichiamo di offrire sempre gratuitamente ai nostri stakeholder più diretti – da parte della platea di donatori e partner che affianca l’Associazione Italiana Dislessia e la Biblioteca Digitale. Vi ricordiamo inoltre che tutte le guide di supporto al corretto utilizzo di registrazione e prenotazione dei testi sono disponibili sul sito www.libroaid.it e per qualsiasi informazione di carattere generale potete rivolgervi al Presidente AID della propria sezione di riferimento. Per trovare il Presidente di Sezione più vicino, è sufficiente cliccare nella pagina del sito AID nazionale http://www.aiditalia.org/it/aid_in_italia.html , selezionare la propria regione e la provincia di residenza. LibroAID - Biblioteca Digitale “Giacomo Venuti” Responsabile del Progetto “LibroAID” Giacomo Stella Andrea Montanaro



QUESTO DI SETTIMANA SCORSA
Oggetto: Comunicazione LibroAid LibroAid , comunica che dal prossimo anno scolastico 2012/2013 le procedure di accesso al servizio subiranno delle modifiche; le istituzioni scolastiche non avranno più la possibilità di iscriversi e prenotare i libri dal sito www.libroaid.it e tutti gli account saranno cancellati. Per la particolare sensibilità dei dati personali relativi agli studenti portatori di dislessia, ai sensi dell’articolo 26 del Codice in materia di protezione dei dati personali, l’Associazione è tenuta a rispettare la regola per cui il trattamento dei suddetti dati deve essere oggetto di un consenso informato, libero e specifico rilasciato dagli esercenti potestà genitoriale, nel caso di studenti minorenni, o direttamente dall’interessato maggiorenne, dovendosi escludere la possibilità di intermediare tale tipo di consenso attraverso figure diverse seppur qualificate, quali ad esempio gli insegnanti ; indi per cui, dal prossimo anno (2012/2013) l’accesso al sito e le procedura per la relativa prenotazione dei testi potrà essere effettuata dai soli genitori. Per la prenotazione dei testi in formato digitale le famiglie interessate dovranno seguire le istruzioni che appariranno nel sito: www.libroaid.itLibroaid www.libroaid.it
La Biblioteca digitale per i dislessici "Libroaid" è un progetto dell'Associazione Italiana Dislessia, sostenuto dall'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna, e finanziato dalla Fondazione Telecom Italia. Fornisce, agli utenti che ne abbiano diritto, copia dei file digitali dei libri scolastici.
http://www.itiscorni.it/​images/libroaid.pdf

sabato 7 luglio 2012

MILANO RICORSO TAR GENNAIO 2011 HANNO VINTO

http://www.articolo111.it/notizie/95-tar-milanoseziii31012011-sentenza-nd268.html

QUI PER LEGGERE IL RICORSO FATTO DA UNA FAMIGLIA AL TAR DI MILANO PER IL FIGLIO DSA.

venerdì 29 giugno 2012

DALLA TERZA SUPERIORE ALLA QUINTA ESISTONO I CREDITI COSA SONO E COME SI OTTENGONO?

Ciao,
forse non tutti sanno che dalla terza superiore fino alla quinta esistono i crediti.
Vi inserisco alcuni link dove spiegano cosa sono e come ottenerli

http://www.gildavenezia.it/docs/Archivio/2010/genn2010/nuove_tabelle.htm Scuola Superiore: Nuove tabelle per attribuire i crediti

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110911061934AAEdsvy QUI COME PRENDERE I CREDITI
http://www.skuola.net/forum/diritti-studenti/crediti-formativi-alla-scuola-superiore-17296.html Crediti formativi alla scuola superioreVisualizza

domenica 17 giugno 2012

CAMPUS AID LOMBARDIA

QUI IL DETTAGLIO

http://aidlombardia.it/formazione/corsi-per-ragazzi/campus-2012-multimedia-in-multilanguage/

AID COMUNICATO STAMPA DEL 14 GIUGNO 2012 APPROVAZIONE RAPIDA LINEE GUIDA

Comunicato Stampa del 14 giugno 2012
UNA CLASS ACTION PER IL DIRITTO ALL’APPROVAZIONE RAPIDA DELLE LINEE GUIDA ATTE AD IDENTIFICARE PRECOCEMENTE I CASI SOSPETTI DI DSA: L’ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA CONFERMA IL SUO IMPEGNO
L’Associazione Italiana Dislessia, nel suo proposito di tutelare e difendere i diritti e gli interessi degli alunni e studenti con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) e delle loro famiglie, ha affidato all’avv. Antonio Lupo del Foro di Taranto l’incarico di promuovere una class action contro il Ministero dell’Istruzione, il Ministero della Salute e la Presidenza del Consiglio dei Ministri (cui fa capo la Conferenza Stato - Regioni – Province autonome di Trento e Bolzano), volta a far sì che siano rapidamente approvate le linee guida per la stipulazione dei protocolli regionali per le attività di identificazione precoce dei casi sospetti di DSA, come previsto dalla Legge 170/2010 “Norme in materia di DSA in ambito scolastico”.Tali linee guida, come da normativa vigente, avrebbero dovuto essere approvate dal Ministero della Salute entro quattro mesi dalla data di entrata in vigore della legge, ma a tutt’oggi non sono state ancora emanate: ciò ha creato un vuoto legislativo che comporta notevoli ritardi nel riconoscimento precoce dei DSA nei bambini delle scuole primarie, con conseguenti minori possibilità di riduzione del disturbo o di limitazione delle sue conseguenze.L’atto preliminare della class action, sottoscritto dal Presidente dell’AID Rosa Bianca Leo, è stato notificato e già ricevuto dalle Autorità statali competenti, e la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha già trasmesso l’atto al Ministero della Salute e al Ministero dell’Istruzione, per le valutazioni di competenza: le stesse Autorità hanno, ora, il termine massimo di novanta giorni per l’approvazione delle linee guida. Diversamente, l’AID farà ricorso al TAR Lazio - cui sarà chiesto di ordinare alle Autorità ministeriali competenti di approvare, entro un congruo termine, le medesime linee guida.

sabato 2 giugno 2012

ESAMI STATO TERZA MEDIA CIRCOLARE N. 48 DEL 31.05.2012

IL GIORNO 31.05.2012 E' USCITA LA CIRCOLARE N. 48 RIGUARDO ESAMI DI TERZA MEDIA 2012.
POTETE LEGGERE E SCARICARE LA CIRCOLARE DIRETTAMENTE QUI
https://sites.google.com/site/dislessiapassodopopasso2/aiuto/2-esami-e-invalsi

giovedì 24 maggio 2012

REGIONE LOMBARDIA CALENDARIO SCOLASTICO ANNO 2012/2013

CIAO,
ORMAI SONO LE ULTIME SETTIMANE DI SCUOLA.
LA REGIONE LOMBARDIA HA GIA' IL CALENDARIO SCOLASTICO PER L'ANNO 2012/2013
VI INSERISCO IL LINK
http://www.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2012/05/protlo4532_12dgr3318_18.pdf

REGISTRO ELETTRONICO PER VOTI.

HO TROVATO QUESTO PROGRAMMA. SERVE PER INSERIRE I VOTI DEI RAGAZZI, FA LE MEDIE, GRAFICI. SI PUO' MODIFICARE LE IMPOSTAZIONI. UTILE. FUNZIONA CON WINDOWS, MAC E LINUX. INSERITO NEL SITO PASSODOPOPASSO
https://sites.google.com/site/dislessiapassodopopasso2/aiuto/come-organizzare-studio/diario-e-registro-voti

lunedì 14 maggio 2012

ORDINANZA MINISTERIALE N. 41 DEL 11.05.2012 PER ESAMI STATO ART. 17 BIS PER DSA

E' USCITA LA CIRCOLARE RELATIVA AGLI ESAMI DI STATO 2012

CIRCOLARE N. 41 DEL 11.05.2012
PER RAGAZZI DSA ART. 17 BIS

COPIO QUI
O.M. MIUR 11.05.2012, N. 41LEGISLAZIONE E DOTTRINA
Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle scuole statali e non statali. Anno scolastico 2011/2012.

Art. 17 bis - Esame dei candidati in situazione di DSA

1. La Commissione d'esame - sulla base di quanto previsto dall'articolo 10 del D.P.R. 22/6/2009, n. 122 e dal relativo DM n. 5669 12 luglio 2011 di attuazione della Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico - nonché dalle Linee Guida allegate al citato DM n. 5669/2011, - considerati eventuali elementi forniti dal Consiglio di classe, terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati affetti da disturbi specifici di apprendimento (DSA), in particolare, le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nell'ambito dei percorsi didattici individualizzati e personalizzati. A tal fine il Consiglio di classe inserisce nel documento del 15 maggio di cui al DPR n. 323/1998 il Piano Didattico Personalizzato o altra documentazione predisposta ai sensi dell'art.5 del DM n. 5669 del 12 luglio 2011. Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dal Consiglio di classe, le Commissioni predispongono adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali. Nello svolgimento delle prove scritte, i candidati possono utilizzare gli strumenti compensativi previsti dal Piano Didattico Personalizzato o da altra documentazione redatta ai sensi dell'art.5 del D.M. 12 luglio 2011. Sarà possibile prevedere alcune particolari attenzioni finalizzate a rendere sereno per tali candidati lo svolgimento dell'esame sia al momento delle prove scritte, sia in fase di colloquio. I candidati possono usufruire di dispositivi per l'ascolto dei testi della prova registrati in formati "mp3". Per la piena comprensione del testo delle prove scritte, la Commissione può prevedere, in conformità con quanto indicato dal capitolo 4.3.1 delle Linee guida citate, di individuare un proprio componente che possa leggere i testi delle prove scritte. Per i candidati che utilizzano la sintesi vocale, la Commissione può provvedere alla trascrizione del testo su supporto informatico. In particolare, si segnala l'opportunità di prevedere tempi più lunghi di quelli ordinari per lo svolgimento della prove scritte, di curare con particolare attenzione la predisposizione della terza prova scritta, con particolare riferimento all'accertamento delle competenze nella lingua straniera, di adottare criteri valutativi attenti soprattutto al contenuto piuttosto che alla forma. Al candidato potrà essere consentita la utilizzazione di apparecchiature e strumenti informatici nel caso in cui siano stati impiegati per le verifiche in corso d'anno o comunque siano ritenuti giovevoli nello svolgimento dell'esame, senza che venga pregiudicata la validità delle prove.

2. I candidati con diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), che, ai sensi dell'art.6, comma 6, del DM n. 5669 del 12 luglio 2011, hanno seguito un percorso didattico differenziato, con esonero dall'insegnamento della/e lingua/e straniera/e, e che sono stati valutati dal consiglio di classe con l'attribuzione di voti e di un credito scolastico relativi unicamente allo svolgimento di tale piano possono sostenere prove differenziate, coerenti con il percorso svolto finalizzate solo al rilascio dell'attestazione di cui all'art. 13 del D.P.R. n. 323/1998. Per detti candidati, il riferimento all'effettuazione delle prove differenziate va indicato solo nella attestazione e non nei tabelloni affissi all'albo dell'istituto.

3. Per quanto riguarda i candidati con diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), che, ai sensi dell'art.6, comma 5, del DM n. 5669 del 12 luglio 2011, hanno seguito un percorso didattico ordinario, con la sola dispensa dalle prove scritte ordinarie di lingua/e straniera/e, la Commissione, nel caso in cui la lingua straniera sia oggetto di seconda prova scritta, dovrà sottoporre i candidati medesimi a prova orale sostitutiva della prova scritta. La Commissione, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe, stabilisce modalità e contenuti della prova orale, che avrà luogo nel giorno destinato allo svolgimento della seconda prova scritta, al termine della stessa, o in un giorno successivo, purché compatibile con la pubblicazione del punteggio complessivo delle prove scritte e delle prove orali sostitutive delle prove scritte nelle forme e nei tempi previsti nell'art. 15, comma 8. Il punteggio, in quindicesimi, viene attribuito dall'intera commissione a maggioranza, compreso il presidente, secondo i criteri di conduzione e valutazione previamente stabiliti in apposita o apposite riunioni e con l'osservanza della procedura di cui all'art. 15, comma 7.

Qualora la lingua o le lingue straniere siano coinvolte nella terza prova scritta, gli accertamenti relativi alla lingua o alle lingue straniere sono effettuati dalla commissione per mezzo di prova orale sostitutiva nel giorno destinato allo svolgimento della terza prova scritta, al termine della stessa, o in un giorno successivo, purché compatibile con la pubblicazione del punteggio complessivo delle prove scritte e delle prove orali sostitutive delle prove scritte nelle forme e nei tempi previsti nell'art. 15, comma 8. I risultati della prova orale relativa alla lingua o alle lingue straniere coinvolte nella terza prova scritta sono utilizzati per la definizione del punteggio da attribuire alla terza prova scritta.